Disturbo di Elaborazione del Linguaggio

Disturbo di elaborazione del linguaggio

Il disturbo di elaborazione del linguaggio influisce sulla capacità di dare un significato ai gruppi di suoni che formano le parole, le frasi ed i racconti.

Si tratta di un tipo specifico di Disturbo dell’Elaborazione uditiva (APD). Mentre un APD influisce sull’interpretazione di tutti i suoni che entrano nel cervello (per esempio, l’elaborazione di uno specifico suono come separato dal rumore di fondo, o l’elaborazione di sequenze fonologiche o delle fonti sonore), un Disturbo di Elaborazione del Linguaggio (LPD) si riferisce esclusivamente al processamento dei suoni che hanno a che fare con il linguaggio. Un LPD può influenzare il linguaggio espressivo (quello che diciamo) e / o il linguaggio ricettivo (come comprendiamo quello che dicono gli altri).

 

Segni e sintomi

Il bambino che ha un LPD mostra le seguenti difficoltà:

 

  • Ha difficoltà a cogliere il significato del linguaggio parlato;
  • Dimostra una povertà di linguaggio nella scrittura;
  • Mostra scarsa comprensione della lettura;
  • Mostra difficoltà ad esprimere pensieri in forma verbale;
  • Ha difficoltà nell’etichettare gli oggetti e nel riconoscimento delle etichette verbali;
  • È spesso frustrato perché ha molte cose da dire ma non sa come dirle;
  • Sente spesso di avere le parole “proprio sulla punta della lingua”;
  • Può descrivere un oggetto e disegnare, ma non si può pensare alla parola che lo etichetta;
  • Può essere depresso o avere sentimenti di tristezza;
  • Ha difficoltà a comprendere gli scherzi;

 

Strategie

  • Parlare lentamente e chiaramente, utilizzare frasi semplici per trasmettere informazioni;
  • Fare riferimento ad un logopedista;
  • Lasciare che prenda appunti con un registratore;
  • Scrivere i concetti-chiave di una lezione alla lavagna;
  • Fornire un peer-tutor o una persona che possa sostenere il processo di apprendimento;
  • Utilizzare tecniche di visualizzazione per migliorare l’ascolto e la comprensione;
  • Utilizzare organizzatori grafici per prendere appunti delle lezioni o dei libri;
  • Utilizzare frasi starter per i compiti di scrittura creativa;
  • Esercitare l’abilità di produrre mappe delle storie;
  • Fare elaborare i dettagli attraverso domande e strategie di visualizzazione.

Tratto da LDA of California and UC Davis M.I.N.D. Institute “Q.U.I.L.T.S.” Calendar 2001-2002

  • Il presente sito utilizza i cookies per migliorare la tua esperienza di navigazione. Restando in questo sito acconsenti al loro uso, in caso contrario sei pregato di interrompere la visualizzazione.INFORMATIVA
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: