Io sono Adolescente

Se sei approdato in questa pagina probabilmente sei – o senti di essere – un adolescente.

Giusto per usare anche io una categoria sociale per presentarmi, sono uno psicologo , cioè una persona che ha la presunzione di parlare alle anime. Lo sapevi che la parola “psicologia” significa proprio “parlare con l’anima”?

L’anima non è bambina o adolescente o adulta. Spesso dentro una persona che la nostra cultura definisce adolescente si cela un’anima bambina o un’anima adulta, e spesso capita anche convivano entrambe. Spesso – molto più spesso di quanto possiamo credere – in una persona adulta si cela un’anima adolescente.

Io sono uno psicologo, a volte sento di essere un bambino, qualche volta – più spesso di quanto io stesso possa credere – mi sento adolescente, altrettanto spesso sento di essere un adulto.

Ci sono delle situazioni in cui non è facile gestire la dissonanza tra un corpo adulto ed un’anima infantile o adolescente,  oppure tra un corpo infantile ed un’anima che ha già raggiunto una fase di maturazione più evoluta. Non è facile per chi indossa tale corpo e neppure per gli altri: gli amici, i genitori, gli insegnanti, i medici, lo psicologo.

Questi “altri” sono molto importanti per noi, per il nostro bisogno di imparare da loro e con loro, di ridere e piangere con loro e per loro, di interagire con loro nei contesti di vita quotidiana. Poter parlare agli altri con il nostro corpo e con la nostra anima è di vitale importanza per tutti noi.

È anche importante imparare a chiedere agli altri di accorgersi di essere a loro volta dissonanti quando, per esempio, pretendono di parlare con un linguaggio infantile ad un’anima adolescente, solo perché ha ancora un corpo fragile; o quando pretendono di ricevere risposte da adulto da un’anima che è ancora adolescente, anche se ha un corpo maturo.

E lo sapevi che nel corpo di tutti noi convivono sia un’anima che un animus? Le nostre anime non hanno soltanto un sesso ma ne hanno due o anche di più quando sono molto ricche. Il nostro corpo invece riesce a rappresentarne soltanto uno. E allora come si fa? Come si sostiene la dissonanza tra un’anim-a/us così ricca ed un corpo così miseramente monologico? Come si può parlare agli “altri” di questo problema quando ci sembra che gli altri vivano il proprio corpo e le proprie anime in perfetta sintonia?

Per parlare con un corpo in dissonanza con la sua anima bisogna avere tanti linguaggi e bisogna saperli usare anche nello stesso momento e con la stessa persona. Questo è molto difficile e per alcune persone è addirittura impossibile. Non tutti infatti hanno la possibilità di imparare così tanti linguaggi né tutti hanno imparato ad usare tante lingue contemporaneamente. Questo è un lavoro arduo e lo psicologo è la persona che impara a farlo per professione.

Nel Centro di Psicologia Generazioni puoi trovare vari tipi di ascolto, per affrontare i momenti di transizione più difficili della tua crescita. Per esempio, puoi rivolgerti al Centro Generazioni per rispondere a queste domande:

Come posso esprimere me stesso e come mi vedono gli altri?

Cosa so fare e quale professione voglio e posso svolgere in futuro?

Ho dei problemi con la scuola, perché?

A volte mi sento confusa/o, cosa mi succede?

I miei genitori e/o i miei insegnanti non mi capiscono, cosa devo fare?

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

  • Il presente sito utilizza i cookies per migliorare la tua esperienza di navigazione. Restando in questo sito acconsenti al loro uso, in caso contrario sei pregato di interrompere la visualizzazione.INFORMATIVA
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: