Perché “Generazioni”?

È difficile definire un Centro di Psicologia con un nome univoco, cioè con un nome che davvero esprima sia l’intenzione di chi ci lavora che le esigenze di chi dovrà usufruirne. Quando abbiamo scelto il nome Generazioni  eravamo quindi ben consapevoli del fatto che avremmo dovuto – e anche potuto – tralasciare l’idea di poter convogliare dei significati specifici attraverso il nome. Abbiamo quindi deciso di scegliere un nome che potesse sia avere dei chiari significati, condivisi da gran parte dei nostri colleghi e dei nostri potenziali fruitori, sia essere sufficientemente flessibile da dare la libertà a tutti noi di declinare il significato del Centro di Psicologia, nel modo che più rispondesse alle nostre esigenze e desideri.

Il nome Generazioni è nato proprio dall’incrocio tra queste linee guida, i nostri personali desideri  e l’osservazione continua e senza giudizio del nostro contesto territoriale. Una volta scelto questo nome abbiamo poi teso le orecchie ed assistito ad una varietà di eventi di sincronicità – come li chiamerebbe Jung – cioè di eventi concentrati in un arco di tempo molto breve in cui la parola Generazioni si è mostrata a noi come segno e come simbolo aderente alle nostre intenzioni. Ci è sembrato quindi che questo nome abbia ricevuto una sorta di validità ecologica che intendiamo rispettare nel nostro lavoro.

Il nome Generazioni possiede nella nostra cultura un insieme di significati che guidano la nostra progettazione quotidiana e che guideranno il nostro futuro lavoro.

Intanto il termine Generazione, al singolare, indica uno status sociologico, un’appartenenza ad un gruppo di persone che sono segnate dagli stessi eventi storici e sociali, e per questo condividono uno stesso sistema di valori e di significati culturali. In tal senso, il Centro di Psicologia Generazioni intende concentrare il proprio lavoro sulle nuove generazioni, in particolare sull’età infantile e adolescenziale, tenendo in considerazione che i bambini ed i ragazzi costruiscono le proprie identità all’interno di contesti culturali e sociali a loro volta in continuo cambiamento.

 

Al plurale, questa accezione rende conto di quei momenti statici e definiti nel tempo, in cui diverse generazioni si incrociano in diversi punti dell’arco di vita ed hanno la possibilità di leggere il mondo insieme a partire da punti di vista e da sistemi di significato spesso molto diversi tra loro. Gli incontri generazionali su cui il Centro Generazioni intende lavorare sono quelli presenti nella vita di bambini e adolescenti e che si configurano come rapporti interpersonali tra figli e genitori, tra nonni e madri/padri, tra allievi ed insegnanti.

Nello stesso tempo, il plurale ci dà l’idea della dinamica relazionale ed identitaria che si svolge nel passaggio tra generazioni. Si tratta di quei processi di eredità storico culturale in cui le vecchie generazioni regalano alle nuove strumenti e lenti da modificare, da rileggere, da riutilizzare per innovare il mondo e rinnovare la propria identità senza dover partire da zero. In tal senso il Centro Generazioni auspica di rendere consapevoli i bambini e gli adolescenti del potere e delle risorse che loro già posseggono per il solo fatto di essere nati e cresciuti in una Società. Tale consapevolezza potrà essere raggiunta attraverso un lavoro sullo sviluppo identitario come processo prima di identificazione con le generazioni passate e poi di individuazione da esse.

 

Generazioni è anche un termine che deriva dal verbo Generare. In tal senso il Centro di psicologia Generazioni  desidera entrare in quegli interstizi della vita in cui è ancora possibile costruire, creare,  rinnovare sé stessi ed i propri contesti  al fine di raggiungere la serenità ed il benessere  psicologico, attraverso processi creativi.  Tali interstizi sono i momenti di transizione dall’utero al mondo esterno, dall’appartenenza alla madre allo sviluppo di una propria identità, dall’infanzia all’adolescenza, dall’adolescenza all’età adulta, dalla coppia alla genitorialità, dalla genitorialità all’essere nonni.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

  • Il presente sito utilizza i cookies per migliorare la tua esperienza di navigazione. Restando in questo sito acconsenti al loro uso, in caso contrario sei pregato di interrompere la visualizzazione.INFORMATIVA
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: